Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

L'inclusione nello sport in Vallecamonica passa dal baskin

Introdotta dalla Cooperativa Azzurra approda anche in Vallecamonica l’esperienza del baskin; la formazione affiliata al CSI Vallecamonica partecipa all’attività promossa dal comitato CSI di Cremona e, pur non concorrendo alla classifica, gli incontri in calendario con le altre dieci squadre iscritte al torneo sono ufficiali. Dopo l’esordio lo scorso 7 novembre il prossimo appuntamento in casa per gli “Strinati baskin” è in calendario domenica 18 dicembre alle ore 14.30 nella palestra comunale di Rogno che ospita tutti gli incontri casalinghi della formazione camuna. L’idea di introdurre questa disciplina sportiva in Vallecamonica è venuta da un’operatrice della Cooperativa impegnata a coinvolgere in attività sportive e ricreative una ragazza autistica. Il baskin è una nuova attività sportiva ispirata al basket ma con caratteristiche particolari ed innovative; questo sport infatti è stato pensato per permettere a normodotati e disabili, con qualsiasi tipo di disabilità (fisica e/o mentale), di giocare nella stessa squadra composta sia da ragazzi che da ragazze. Le dieci regole del baskin valorizzano il contributo di ogni giocatore all’interno della squadra e il successo comune dipende da tutti. Il Baskin è nato a Cremona in un contesto scolastico dalla collaborazione di genitori, professori di educazione fisica e di sostegno e dal 2006 fa riferimento all’Associazione Baskin onlus. In Vallecamonica questa esperienza ha portato alla costituzione in tempi recenti di una squadra, alla realizzazione del video "We got game: a baskin experience” e da quest’anno ai primi confronti ufficiali con le squadre del CSI di Cremona.