Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Angolo: il nuovo campo da spazio a luogo sportivo

La realizzazione di un sogno, questo è il filo conduttore che ha accompagnato l’inaugurazione del nuovo campo sportivo di Angolo Terme. Addio al vecchio terreno di gioco in terra battuta da due anni ormai inutilizzato per fare spazio ad un campo in erba sintetica. Un’opera da 800 mila euro realizzata dall’Amministrazione Comunale comprensiva dei parcheggi coperti che permettono ai giocatori di raggiungere comodamente il terreno di gioco sovrastante. Intensa giornata di festa per il paese che da anni attendeva queste due opere. A fare da padroni di casa gli amministratori comunali, gli animatori dell’Unione Sportiva Oratorio Angolo Terme e la parrocchia che ha ceduto per quindici anni al comune il campo sportivo. Dopo la S. Messa celebrata nella chiesa parrocchiale si è svolta la lunga cerimonia per il taglio del nastro delle due opere. Invitati d’onore il Presidente regionale del CONI Oreste Perri e l’assessore allo sport della Comunità Montana Massimo Maugeri. Dopo il taglio del nastro l’attenzione si è concentrata sull’impianto sportivo ampiamente rinnovato. Dove non sono arrivati i lavori di riqualificazione previsti dal progetto sono intervenuti i volontari del paese che nelle ultime settimane hanno pulito, ridipinto e sistemato la cornice del campo sportivo, magazzini, spogliatoi e l’ufficio del gruppo sportivo. Colpito favorevolmente dall’investimento realizzato il Presidente del CONI. “In momenti difficili dal punto di vista economico come questo – ha sottolineato Oreste Perri – è difficile trovare delle amministrazioni comunali che hanno il coraggio di investire nell’attività sportiva”. Sono soldi spesi bene secondo il plurimedagliato canoista soprattutto in campo educativo per le giovani generazioni. “Mi piace la parola “vincenti” che è diversa da “vincitori”. Vincente è colui che anche se sconfitto, e le sconfitte ci sono nello sport e nella vita, si rialza e prosegue». Ecco, il campo sportivo di Angolo deve essere un campo per “vincenti” che imparano l’educazione, le regole, il rispetto e la solidarietà verso chi ha difficoltà non solo nello sport. Una struttura che fa parte dell’Oratorio, altro luogo deputato all’educazione dei ragazzi, ha sottolineato Oreste Perri.  I complimenti sono arrivati anche da Massimo Maugeri per la funzionalità dell’impianto e per la capacità dell’Amministrazione comunale di saper trasformare questo intervento in una risorsa importante per il paese. Dopo la riqualificazione del campo sportivo e i nuovi parcheggi sarà infatti ridisegnata anche il sagrato della Chiesa parrocchiale. Il Sindaco di Bienno da sportivo non può che essere soddisfatto per un’opera che alza il livello qualitativo dei luoghi dove si pratica lo sport in Vallecamonica ed ha promesso di tornare, come calciatore, nella struttura di Angolo. Sente il peso della responsabilità di gestire per i prossimi dieci anni l’impianto il Presidente dell’Unione Sportiva Oratorio Angolo Marzio Albertinelli. “Ci rendiamo conto dell’impegno gravoso che abbiamo preso ma non ci sottraiamo alla sfida; in questi il gruppo sportivo ha dimostrato di avere le capacità e gli educatori i grado di gestire al meglio il campo da calcio e soprattutto di promuovere lo sport tra i più giovani.” Conclusione affidata al sindaco di Angolo Alessandro Morandini che con il taglio del nastro vede terminare un anno e mezzo di intenso lavoro, prima nella predisposizione del progetto poi nei lavori di realizzazione dell’opera. Un cammino faticoso portato a termine grazie alla parrocchia, che ha ceduto il terreno di gioco, agli amministratori comunali, ai dipendenti del comune, all’Unione Sportiva e ai tanti volontari che hanno lavorato per completare l’intervento.   Il campo da calcio da spazio adesso diventa un luogo accogliente, pulito, funzionale, moderno. “Trasformare lo spazio in luogo vuol dire  stabilire delle regole di comportamento e quindi significa educare i ragazzi. Non basta però mettere a disposizione un bel campo per renderlo un luogo educativo servono  soprattutto le persone che lo vivono e lo riempiono di gesti concreti peri tirare fuori il meglio da ciascun ragazzo.” Esauriti i saluti delle autorità la cerimonia è proseguita con la consegna dei alcuni riconoscimenti a sportivi di Angolo che si sono particolarmente distinti. A ricevere l’attestato dell’Amministrazione Comunale sono stati Elisa Trotti, campionessa di tennistavolo che nell’estate 2016 perso il braccio destro in seguito ad un incidente stradale ha visto cambiare la propria vita. Elisa non si è arresa e ha deciso di ricominciare da zero imparando a giocare con la sinistra. Insieme a lei sono stati premiati i ragazzi dell’Angolo Celtic, che in estate hanno conquistato il titolo italiano di calcio a 11 Anspi, e Alexa Benincaso calciatrice del paese in forza da quest’ano al Chievo Verona iscritto alla serie A. Non sono mancati gli educatori sportivi in questa giornata di festa. In particolare è stato ricordato Valentino Sorlini, compianto appassionato di sport ed educatore, che l’Unione Sportiva Oratorio Angolo e l’Amministrazione Comunale hanno voluto ricordare dedicandogli la panchina della squadra di casa. Un esempio da seguire per tutti gli allenatori e dirigenti che siederanno su questa panchina. Dopo la benedizione impartita dal parroco don Attilio Mutti il taglio del nastro e finalmente tutti hanno potuto calpestare l’erba sintetica. Significativamente ad entrare per primi sul terreno di gioco alcuni bambini delle scuole materne di Angolo e Terzano con i palloni regalati per l’occasione dall’Unione Sportiva Oratorio Angolo Terme. A loro, idealmente, è stato consegnato il compito di utilizzare al meglio la struttura sportiva e di promuovere lo sport educativo.

Tags: