Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

I pellegrini in cammino con la Polisportiva Disabili Valcamonica

I pellegrinaggi del gruppo “Camminare è un’arte” permettono di avvicinarsi alla fede scoprendo luoghi dove hanno vissuto figure cristiane di primo piano. Ai pellegrini consentono anche di condividere con altre persone queste esperienze di fede e di scoprire luoghi affascinanti. Da sempre una peculiarità di queste iniziative promosse da don Battista Dassa è il sostegno a progetti solidarietà attraverso la raccolta fondi tra i partecipanti. Nell’ultimo pellegrinaggio, che ha portato cinquantacinque fedeli camuni da Concesio a Sotto il monte in memoria dei Papi Paolo VI e Giovanni XXIII, sono stati raccolti 1.800 euro donati alla Polisportiva Disabili di Vallecamonica. L’offerta è stata accompagnata da una lettera firmata da tutti i pellegrini.
"Agli amici della Polisportiva Disabili Vallecamonica"
"Chiesi a Dio di essere forte
per eseguire progetti grandiosi:
Egli mi rese debole per conservarmi nell'umiltà.
Domandai a Dio che mi desse la salute
per realizzare grandi imprese:
Egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio.
Gli domandai la ricchezza per possedere tutto:
Mi ha fatto povero per non essere egoista.
Gli domandai il potere perché gli uomini avessero bisogno di me:
Egli mi ha dato l'umiliazione
perché io avessi bisogno di loro.
Domandai a Dio tutto per godere la vita:
Mi ha lasciato la vita perché potessi apprezzare tutto.
Signore, non ho ricevuto niente di quello che chiedevo,
ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno
e quasi contro la mia volontà.
Le preghiere che non feci furono esaudite.
Sii lodato; o mio Signore, fra tutti gli uomini
nessuno possiede quello che ho io!"
Questa è la preghiera scritta da Kirk Kilgour, famoso pallavolista rimasto paralizzato nel 1976 in seguito ad un incidente durante un allenamento. La preghiera è stata letta da lui di fronte al Papa durante il Giubileo dei malati a Roma.
Carissimi amici sportivi e atleti , grazie per la gioia con cui trasmettete la vostra vita nonostante la vostra disabilità! Quando posso assistere a qualche gara o vostra o di altri atleti disabili mi emoziono molto. Grazie davvero anche a chi vi segue con tanto amore e disponibilità. Siccome nei pellegrinaggi che proponiamo in questi anni vogliamo condividere nella solidarietà le tante situazioni di vita un po’ più difficili della nostra, durante il pellegrinaggio a Piedi "lasciare una traccia" da Concesio a Sotto il Monte di venerdì, sabato e domenica scorsi (5/7 ottobre) in cammino con i due grandi Papi: Paolo VI e Papa Giovanni XXIII, abbiamo voluto sostenere la vostra e nostra Polisportiva Disabili della Vallecamonica.
A tutti voi lascio questa benedizione speciale con le parole del Vescovo Don Tonino Bello :
"La strada vi venga sempre dinanzi
e il vento vi soffi alle spalle
e la rugiada bagni sempre l’erba su cui poggiate i passi.
E il sorriso brilli sempre sul vostro volto.
E il pianto che spunta sui vostri occhi
sia solo pianto di felicità.
E qualora dovesse trattarsi di lacrime di amarezza e di dolore,
ci sia sempre qualcuno pronto ad asciugarvele.
Il sole entri a brillare prepotentemente nella vostra casa,
a portare tanta luce, tanta speranza e tanto calore."
A tutti voi sempre buon cammino nella vita da parte mia e dei 55 pellegrini che hanno condiviso questi giorni!"