Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Il nuovo Consiglio di Comitato già al lavoro

Prima riunione del Consiglio di Comitato appena eletto dalle società sportive. Incontro dedicato alla definizione dei ruoli all’interno del Consiglio e a delineare i prossimi passi del CSI Vallecamonica per la ripartenza dell’attività. Ad aprire la riunione i pensieri di don Andrea Maffina, assistente ecclesiastico dell’associazione. “Dobbiamo capire la direzione da scegliere. Il nostro tempo è questo, l’attesa di un tempo migliore raffredda i cuori che diventano pesanti. Il nostro compito quindi è quello di guardare lontano, di pensare al futuro.” Per questo quindi tutti sono chiamati a dare una mano. Il bilancio dell’assemblea delle società è stato positivo per i componenti del Consiglio; una buona partecipazione (il 50% delle società sportive affiliate), una discussione proficua arricchita dagli interventi del Presidente nazionale, del Presidente regionale, della Presidente uscente del CSI Brescia e dell’Assessore allo sport della Comunità Montana. La discussione è quindi proseguita con la definizione di alcuni ruoli associativi. Nella carica di Vice Presidente è stato confermato Tomaso Bottichio, nominato Segretario Marco Ravelli ed eletti nella Presidenza del Comitato Paolo Merla ed Ezio Zanardini. Per i direttori d’area confermato all’attività sportiva Giuseppe Moscardi e approvato l’interim per la formazione del Presidente Giuliano Ganassi. Il Consiglio ha quindi “congelato” i responsabili di settore fino alla fine dell’attuale stagione sportiva; di incarichi si parlerà quindi a giugno in sede di programmazione. L’attenzione si è spostata poi sull’attività del sodalizio sportivo. Sono in arrivo alcune novità importanti per le società sportive; nella prossima riunione del Consiglio Nazionale è previsto un intervento economico per ridurre i costi di affiliazione e tesseramento. In attesa dell’approvazione della proposta, già illustrata dal Presidente nazionale Vittorio Bosio ai Presidenti provinciali, il Comitato camuno ha deciso di abbassare le quote di affiliazione e tesseramento aggiungendo anche alcune risorse proprie. Al termine dovrebbero essere circa trentamila euro di riduzione della spesa a carico dei gruppi sportivi. I dettagli saranno illustrati alle società sportive appena approvata la manovra dal Consiglio Nazionale. Dal punto di vista della ripresa delle attività sportive il Consiglio ha adottato un atteggiamento prudente accogliendo le opinioni di tre presidenti di società presenti all’incontro. É stato programmato un incontro in videoconferenza con i gruppi sportivi per il prossimo 11 febbraio. In questa occasione saranno raccolte le proposte dei gruppi sportivi; il Comitato è orientato a riprendere i campionati, se la situazione lo consente, tra la fine di marzo e metà aprile riaprendo le iscrizioni e aggiornando quelle già effettuate a settembre. Questo per dare tempo alle squadre di riprendere gli allenamenti, svolgere le visite mediche e aggiornare gli operatori addetti al defibrillatore. Per gli sport individuali saranno organizzati incontri on line per fare il punto della situazione; si parte già questa settimana, venerdì 29 gennaio, con lo sci quindi a seguire gli altri settori che saranno convocati dopo la videoconferenza con le società sportive. La parola d’ordine sarà prudenza pensando di estendere l’attività del Comitato anche ai mesi estivi quando, si spera, la situazione sarà più stabile. Il Consiglio di Comitato ha poi iniziato a muoversi per dare attuazione al programma approvato dall’Assemblea. I primi obbiettivi sono la scuola e l’attività estiva con le parrocchie estesa anche ai Comuni.