Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Il Paese ha bisogno di regole. Il Csi le insegna

Adesso è davvero ufficiale! La piattaforma Coni per la certificazione dell’attività sportiva degli Enti di Promozione Sportiva è stata riaperta fino al 21 dicembre solo per quanto concerne gli aggiornamenti dei tesserati e delle società sportive. I dati dell’attività sportiva e formativa non si toccano. Possiamo dire ormai con certezza che il Csi è al primo posto nella classifica per attività sportiva realizzata sul territorio. Con 801.679 punti ci siamo conquistati questo "riconoscimento" grazie all’impegno di tutto il territorio che prima ha realizzato tantissima attività sportiva (come è sempre stato) poi ha avuto la pazienza di documentarla (Doas e Ceaf). Che ci siano tante cose ancora da sistemare si capisce al volo dando uno sguardo alla classifica complessiva. Al secondo posto c’è la Uisp con 662.900 punti e poi a seguire Opes con 416.902 punti, poi Csen con 395.954 punti e via dicendo tutti gli altri. La piattaforma andrà perfezionata e probabilmente solo i dati dei prossimi anni potranno avere il sapore del "vero sino in fondo". Ma intanto, come abbiamo sempre detto, la strada è aperta e segnata. Per noi, inutile negarlo, è un bel successo. Da sempre tutti riconoscono al Csi un ruolo di primo piano nel contesto della promozione sportiva italiana. La nostra storia parla da sola. Un altro conto però è "ufficialmente" (cioè con dati certificati dal Coni) essere il soggetto che realizza più attività sportiva promozionale di tutto il Paese. Insomma quello che abbiamo sempre saputo adesso è ufficialmente riconosciuto dal sistema sportivo italiano, e non è affatto cosa da poco. Adesso nel mirino mettiamo la "battaglia" per quanto riguarda le società sportive e i tesserati. Anche lì c’è da fare un bel po' di pulizia perché il sistema di conteggio attuale mette sullo stesso piano realtà completamente diverse. Un passo alla volta ma arriveremo a fare emergere la verità anche in questo ambito. La nostra è una battaglia di legalità.