Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

L'argento nazionale di Pietro Romelli

Si è chiusa con la prova su strada la sequenza dei campionati nazionali organizzati dal CSI. A Palmanova, domenica 21 ottobre, il Csi ha disputato il suo 7º campionato nazionale di corsa su strada. Trentuno società sportive e circa in 400 gli atleti in gara per aggiudicarsi le e cinquantasei medaglie in palio. Una giornata tipicamente autunnale con il sole a fare capolino al mattino tra il grigio della nebbia. Venti i titoli assegnati nelle diverse categorie in gara: giovanili, assolute, maschili e femminili. Diversi i tracciati che hanno accompagnato le falcate degli atleti arancioblu, con giro di boa in contrada Savorgnana, ma tutti con partenza ed arrivo nella centralissima piazza Grande. Grande come la festa azzurra del Cortenova Lecco, che si conferma al vertice della "strada" ciessina: lombardi ancora primi nella classifica generale di società davanti ai trentini della 5 Stelle Seregnano. I pentastellati chiudono primi però nella graduatoria "assoluta". Ed è poker trentino al vertice del rankling giovanile della specialità, con Atletica Tione super, davanti alla U.S. Castel Ivano, alla Atletica Valchiese ed alla Atletica Alto Garda e Ledro. Unico campione Csi, capace di riconfermarsi un anno dopo è stato l'afrotrentino Ousmane Jaiteh - dal Gambia a Borgo Valsugana, via Lampedusa, commovente ogni suo passo - che ha concluso i 6,660 metri della sua prova seniores in meno di 20 minuti. Davvero spettacolare la sua cavalcata nel capoluogo carnico. Il medagliere sorride al comitato ospitante, Udine, con cinque medaglie e due campioni nazionali conquistate dagli atleti della Buja Treppo Grande. Due ori, un argento e un bronzo il bottino invece sia del Castel Ivano sia della Derviese Lecco. Anche il CSI Vallecamonica presente all’appuntamento tricolore con tre società sportive e “un’aggregata” per un totale di una quarantina di atleti. La trasferta friulana ha fruttato una sola medaglia, l’argento conquistato nella gara riservata ai veterani da Pietro Romelli (Poliscalve) che disputa il campionato camuno ma è tesserato con il CSI Bergamo. Per il resto hanno sfiorato il podio i due portacolori dell’U.S. Oratorio Angolo Nicola Morosini, quarto nei ragazzi, e Mario Toini, quinto nella corsa degli Amatori B. Bene anche gli allievi dell’Atletica Eden 77 Mosè Guerini, quarto, e Matteo Petroboni, sesto. Il miglior risultato in campo femminile è quello raccolto da Angelica Carrara (Atletica Alto Sebino) che si è piazzata all’ottavo posto nella categoria Esordienti.

Tags: