Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Oratori in marcia per il palio e la pace

La prova di marcia di regolarità del Palio degli Oratori si svolge nel contesto del Pellegrinaggio degli Sportivi «Le poche cose che contano» che prenderà il via dall’Oratorio di Pisogne alle ore 9 e si concluderà alle ore 17:30 circa presso la sede del CSI a Plemo di Esine. I tratti di strada del pellegrinaggio interessati dalla “Marcia di Regolarità” sono due: dall’Oratorio di Artogne a quello di Darfo (5,5 Km circa) e dall’Oratorio di Darfo alla sede del CSI a Plemo di Esine (6 Km circa). Ogni tratto prevede due prove speciali cronometrate. Il percorso è segnalato con fettucce e frecce gialle e le prove speciali sono contrassegnate da appositi cartelli di INIZIO/FINE e presidiate dai giudici/cronometristi del CSI. I partecipanti potranno percorrere entrambi i tratti, ovvero disputando quattro prove speciali, oppure solo uno dei due tratti (due prove speciali). Per la classifica del palio saranno sommati i punti ottenuti nelle migliori due prove speciali. La gara è individuale tranne per i concorrenti delle categorie Micro e Mini che gareggeranno abbinati ad un partecipante delle altre categorie. L’iscrizione alla gara deve essere effettuata dalle ore 13:30 alle 14:00, presso l’Oratorio di Artogne, e/o dalle 15:30 alle 16:00 presso l’Oratorio di Darfo. Ogni concorrente disporrà di un proprio numero di pettorale e di un cartellino gara da presentare ai giudici all’inizio e alla fine di ogni prova speciale. Le prove speciali vanno percorse mantenendo la velocità media oraria indicata sul proprio cartellino di gara e per ogni secondo in più o in meno impiegato, rispetto al tempo ideale conosciuto solo dall’organizzazione, verrà assegnato un punto di penalità. Negli ultimi 30 metri di ogni prova speciale non è consentito fermarsi pena l’attribuzione di 20 punti di penalità. L’inizio del tratto è contrassegnato dal cartello “Non Stop”. Per mantenere il giusto ritmo di marcia, ci si può basare sul numero di passi da compiere ogni minuto rilevabile da una apposita tabella.