Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Scommessa vinta con la campestre di Mazzunno

Scommessa vinta quella giocata dall’Unione Sportiva Oratorio Angolo Terme che ha deciso di spostare la sede dell’ormai tradizionale appuntamento con la corsa campestre inserita nella Coppa Camunia del CSI Vallecamonica. Dal parco termale la manifestazione si è trasferita nella frazione di Mazzunno utilizzando, come sede di partenza ed arrivo il campo sportivo parrocchiale. Il nuovo tracciato e la sistemazione logistica sono piaciuti agli atleti e ai dirigenti delle società sportive; maggiore spazio a disposizione, docce e servizi, tribune per assistere alle gare, una visuale completa sul campo di gara, un tracciato impegnativo ma più scorrevole, questi gli ingredienti che hanno contribuito al bilancio positivo del cross di Mazzunno. Alla parte sportiva si aggiunge la nota positiva della solidarietà, da un paio di anni caratteristica dell’appuntamento podistico organizzato nel centro termale camuno. Le offerte raccolte tra gli atleti hanno sfiorato quota 600 euro e sono state destinate al restauro dell’Oratorio di Mazzunno danneggiato dall’alluvione del giugno 2019. Festa doppia quindi per la frazione di Angolo Terme che, oltre ad ospitare la manifestazione, può utilizzare questa offerta per rimettere in piedi l’unico centro di aggregazione del paese. Anche i numeri dei partecipanti hanno dato ragione agli organizzatori; alla prima edizione del cross di Mazzunno, intitolato alla memoria di Paolo Gnaffini, hanno partecipato 180 atleti in rappresentanza di tutte le società sportive iscritte al campionato camuno di podismo. Numeri rilevanti nonostante la concomitanza con alcune importanti manifestazioni giovanili e amatorialia livello provinciale e nazionale. Buono anche il livello tecnico della campestre organizzata dall’U.S.O. Angolo in collaborazione con l’Angolo Mountain Running. In campo maschile dominio della società di casa; Gianfranco Pedersoli ha impresso alla corsa un ritmo elevato fin dalla partenza e gli avversari non sono mai riusciti ad avvicinarlo. L’atleta dell’ Angolo Mountain Running si è imposto con un buon margine di vantaggio su Danilo Bosio (G.S.A. Sovere), autore di una rimonta efficace nel finale, e Davide Tottoli (Angolo Mountain Running). Nelle altre categorie maschili successi di Gelmi Alessandro (Atletica Ci.Ma), Stefano Rizza (Podistica Valle Adamè), Mario Toini (U.S. Rogno) e Pietro Romelli (Poliscalve). Corsa in solitaria anche per Stefania Cotti Cottini (G.S.A. Sovere) che torna al successo nella Coppa Camunia. Alle spalle della vincitrice della gara femminile si piazza Nahyeli Pizio (G.S.O. Darfo) e Maria Claudia Cossetti (Atletica Ci.Ma). Le classifiche di categoria femminili premiano Silvia Lombardi (Atletica Eden 77), Daniela Pizio (Poliscalve), Maria Natalina Bonafini (Atletica Ci.Ma) e Maddalena Botticchio ( Maiapumì Piamborno). La gara di Mazzunno si è aperta con le prove delle categorie giovanili; affollata la partenza dei Cuccioli dove a tagliare per primo il traguardo è stato Samuele Poma (G.S.O. Darfo), davanti al compagno di squadra Gabriele Pellegrinelli e al portacolori del G.S.A. Sovere Marco Pasinelli. La gara femminile è stata vinta da Samanta Franini (U.S. Rogno), seconda piazza per Giorgia Lazzaroni (G.S.A. Sovere) e terza posizione per l’atleta di casa Matilde Ghitti. Negli esordienti ennesimo successo del portacolori della Poliscalve Matteo Ronchis seguito da Mattia Pasinetti (Podistica Valle Adamè) e Edoardo Polini (U.S. Rogno).; ad imporsi nella prova femminile è Yasmin Yakoubi (Polisportiva Oratorio Piancamuno), completano il podio Laura Faustini (U.S. Rogno) e Lara Pedersoli (G.S. O. Darfo). Qualche defezione alla partenza dei ragazzi con Diana Prudenza (U.S. Rogno) prima davanti alla coppia del G.S.O. Darfo Giorgia Marroccoli ed Elena Toini; tra i maschi vittoria del darfense Pietro Sacristani che precede Domenico Gema (Podistica Valle Adamè) e Valduzzi Maicol (Poliscalve). Partecipata e di ottimo livello la gara riservata agli allievi che premia Nicola Morosini (U.S. Rogno), Lorenzo Bentivoglio (G.S.A. Sovere) e Matteo Bianchi (Polisportiva Oratorio Piancamuno), nelle allieve successo per Chiara Stefani (Aido Artogne), seconda piazza Giulia Peppicelli (Atletica Eden 77) e terzo gradino del podio per Elena Del Bello (G.S.A. Sovere). La classifica di società ha visto a pari merito al primo posto il G.S.O. Darfo e il G.S.A. Sovere, con la formazione bergamasca che con fair play ha ceduto il primo posto agli amici/avversari a testimonianza del clima di amicizia tra i gruppi sportivi all’interno di questo settore , terza l’Unione Sportiva Rogno. La Coppa Camunia si ferma ora per un mese, prossimo appuntamento ancora con una campestre a Sovere domenica 8 marzo.

Tags: