Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Un bronzo nella campestre nazionale per il CSI Vallecamonica

Una soleggiata mattinata primaverile ha fatto da cornice alle gare individuali della ventesima edizione del campionato italiano CSI di corsa campestre. Oltre 2000 iscritti suddivisi in 19 categorie, una vera e propria "invasione" festosa per la città di Cesenatico. Sorrisi, abbracci, delusioni e soprattutto un frizzante clima di condivisione e gioia hanno animato il "Parco del Levante" per il secondo anno palcoscenico della campestre ciessina. Un vero e proprio spettacolo la cornice di pubblico, formata da atleti, accompagnatori e famiglie che tra tifo, merende e riscaldamenti hanno reso questa giornata di sport un successo con numeri da record. Mai infatti si era raggiunta la quota di 2068 atleti iscritti, il 55% dei quali sotto i 16 anni: numeri che testimoniano la rinnovata trazione giovanile del Csi. Folta la rappresentanza di atleti del CSI Vallecamonica che ha schierato al via i portacolori dell’Atletica Alto Sebino, dell’Atletica Eden 77 e dell’Unione Sportiva Oratorio Angolo Terme per un totale di 50 podisti camuni. Di spicco il risultato ottenuto da Pietro Reboldi (Atletica Alto Sebino) che si piazza al terzo posto nella prova riservata agli esordienti. Sfiora il podio, ma viene comunque premiato, Nicola Morosini (Unione Sportiva Oratorio Angolo Terme) quarto nella categoria ragazzi A. Tra i risultati ottenuti dagli altri atleti della Vallecamonica ricordiamo in campo femminile la trentesima posizione dell’esordiente Angelica Carrara (Atletica Alto Sebino),nelle Ragazze A dodicesima Ludovica Fettolini (Atletica Alto Sebino), tra le ragazze B dodicesima e tredicesima Elena Amorini e Irene Guerra (Atletica Alto Sebino), ottantottesima la cadetta Giulia Martensini (Atletica Alto Sebino), ottava e dodicesima nelle allieve Nicole Possessi e Anna Tottoli (Atletica Alto Sebino) e ventinovesima tra le Amatori A Maria Caldara (Atletica Alto Sebino). Nel settore maschile 47° l’esordiente Lorenzo Erculiani (Atletica Alto Sebino), 35° Nicola Zani (Atletica Alto Sebino) tra i ragazzi B, 28° nei Ragazzi A Lorenzo Catotti (Unione Sportiva Oratorio Angolo Terme), 74° il cadetto Jacopo Amorini (Atletica Alto Sebino), gli allievi 17 Matteo Petroboni e Mosè Guerini (Atletica Eden 77) rispettivamente 17° e 19°, lo junior Mauro Vezzoli (Atletica Alto Sebino) 41°, tra i senior 79° Giuseppe Benzoni (Atletica Alto Sebino), 18° Mario Toini (Unione Sportiva Oratorio Angolo Terme) negli Amatori B e 56° Francesco Reboldi (Atletica Alto Sebino) nella gara dei veterani. La prima giornata di gare è proseguita con le premiazioni serali delle Società sportive e con la messa presieduta da don Alessio Albertini. A conclusione della tre giorni romagnola di corsa campestre le colorate staffette regionali, sviluppatesi nelle strade centrali del lungomare di Cesenatico. Il circuito è stato suddiviso in due percorsi: per le categorie giovanili era previsto un circuito di 900 metri, mentre per le categorie assolute i metri da completare sono stati 1300. In totale hanno gareggiato 280 staffette regionali, composte ciascuna da cinque atleti di differenti Società sportive che hanno così potuto rappresentare la propria squadra regionale. In questa prova la staffetta giovanile maschile dell’Alto Sebino A composta da Reboldi Pietro, Possessi Samuele, Amorini Jacopo Morosini Nicola e Surpi Andrea si è piazzata al 21° posto, quarantaquattresima L’Alto Sebino B di Zani Nicola Erculiani Lorenzo Catotti Lorenzo, Toini Samuele e Bonetti Riccardo e 52° l’Atletica Eden 77 /Rogno con Gelfi Stefano, Guerini Pietro, Bolandrina Stefano, Moraschini Roberto e Passeri Stefano. La staffetta giovanile femminile ha registrato la quindicesima posizione dell’Alto Sebino C con Martensini Giulia, Amorini Elena, Fettolini Ludovica, Guerra Irene e Macario Sofia e il 61° posto dell’Alto Sebino/Eden di Surini Anna, Vezzoli Alessia, Bernardi Alice, Squaratti Sara e Mosca Marianna. Tra gli adulti i maschi del CSI camuno hanno ottenuto il 33° posto con l’Atletica Eden 77 /Rogno di Sigala Alberto, Guerini Mosè, Gheza Gianluca, Zubani Matteo e Pietroboni Matteo e la trentasettesima posizione con l’Alto Sebino E di Reboldi Francesco, Toini Mario, Vezzoli Mauro, Melchiorri Marco e Benzoni Giuseppe. L’unica staffetta camuna delle assolute femminili è stata l’Atletica Eden 77 /Rogno con Tottoli Anna, Castelli Sofia, Cominini Anna, Guarneri Letizia e Possessi Nicole che si è classificata al 14° posto. I numeri della ventesima corsa campestre sono da record: 2068 partecipanti, 12 regioni rappresentate e 36 comitati coinvolti e 150 Società, ma ancora più delle cifre, il coordinatore tecnico nazionale del Csi e responsabile per la manifestazione, Renato Picciolo, si dice soddisfatto per l'esperienza complessiva che hanno vissuto tutti i partecipanti: «quello che da sempre ci caratterizza è l'esperienza complessiva di accoglienza e di amicizia che anche questa volta si è respirato tra tutti coloro che hanno reso possibile questa manifestazione. Per il Csi è fondamentale affiancare all'efficiente macchina organizzativa delle gare un contesto relazionale fatto di momenti educativi e di incontri come la cerimonia di apertura del venerdì sera e ancor più la festa vera e propria del sabato, quando ragazzi, allenatori, dirigenti e famiglie si sono trovati per stare insieme e “fare squadra”. Questa è la vera missione del Csi e siamo fieri che questa tradizione si sia ripetuta anche quest'anno con moltissimi giovani e ragazzi provenienti da differenti ambiti ed esperienze». Tutti uniti sotto la bandiera arancio blu.

Tags: