Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Un investimento in educazione per l'Oratorio di Malegno

Gli ultimi ritocchi dei volontari la sera precedente e la nuova struttura sportiva dell’Oratorio di Malegno è arrivata al traguardo proprio a conclusione della settimana dedicata alla festa del patrono S. Andrea. Sono serviti pochi mesi all’Oratorio per realizzare il progetto di sistemazione dell’ampio spazio riservato all’attività sportiva. La festa per il taglio del nastro della struttura è iniziata con la S. Messa nella chiesa parrocchiale. Un malore nella notte ha impedito a don Marco Mori, responsabile del Segretariato degli oratori della diocesi, di essere presente all’appuntamento di Malegno. Quali sono i profeti del nostro tempo, ha chiesto il parroco don Giuseppe Stefini durante l’omelia. I sacerdoti, i genitori ma, sicuramente anche gli educatori, e quindi gli allenatori. “Dobbiamo ascoltarli perché con la loro opera trasmettono in ogni luogo la testimonianza di Cristo.” Dalla parrocchiale la comunità di Malegno si è trasferita al vicino oratorio per la cerimonia del taglio del nastro. Un luogo aperto a tutti non solo ai più piccoli; con i lavori realizzati il parroco si auspica che anche che i genitori siano più presenti nell’oratorio. Un luogo accogliente dove si è cercato di soddisfare le diverse richieste sportive del paese; oltre al campo calcio è stata realizzata una piattaforma polifunzionale, due campi per green volley e street basket e una piccola area di aggregazione. “Abbiamo voluto dimostrare l’attenzione della Chiesa alla crescita dei giovani attraverso l’attività sportiva mettendo a disposizione una struttura funzionale e, soprattutto, gli educatori per i ragazzi”. Don Giuseppe confida anche nella crescita dell’educazione legata al rispetto della nuova struttura. È un paese che investe in educazione, speranza e futuro, ha ricordato il sindaco Paolo Erba, nella speranza che questo segno importante sia accolto dai bambini di Malegno. “Ora sapete che ci sono questi spazi a disposizione quindi uscite di casa e venite a giocare all’oratorio.” Il CSI Vallecamonica ha avuto l’onore di essere invitato all’inaugurazione, un appuntamento che l’associazione non ha voluto mancare perché l’oratorio di Malegno per alcuni anni è stata la casa del CSI Vallecamonica e perché è sempre una grande festa quando una parrocchia e un comune investono nello sport educativo. Il CSI camuno tornerà a Malegno il prossimo 7 gennaio per “Buon anno CSI”, la cerimonia di consegna dei premi fair play 2017. Un pomeriggio di festa pere ribadire i valori educativi dell’attività sportiva. La festa dell’inaugurazione è proseguita tra i fiocchi di neve con il pranzo comunitario, la tombolata, incontri di calcio, pallavolo e basket e la merenda.

Tags: