Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Un poster da completare con i valori dello sport

La festa iniziale dell’attività giovanile, ospitata a Darfo, ha coinciso con l’ingresso in parrocchia del vicario don Andrea Gazzoli subito messo all’opera dal consulente ecclesiastico del CSI Vallecamonica don Battista nel momento di preghiera e riflessione vissuto dai partecipanti nella chiesa di San Faustino. È stato un bel pomeriggio di gioco per trecentoottanta bambini delle categorie Under 8, 10 e 12 accompagnati da numerosi dirigenti e famigliari anche loro coinvolti nei giochi. Scenario della festa d’apertura della stagione le rinnovate strutture sportive dell’Oratorio di Darfo, alcuni spazi della scuola materna, la vicina palestra e la chiesa darfense. Anche il Centro anziani ha ospitato gli atleti polisportivi che hanno simpaticamente coinvolto nei giochi anche i nonni presenti. Oltre ai campi di gioco il G.S. Darfo ha messo a disposizione una trentina di animatori che hanno permesso ai ragazzi di giocare. “Le poche cose che contano nello sport e nella vita”, tema della stagione polisportiva scelto dalla Commissione tecnica, è stato presentato ai gruppi partecipanti nella tappa prevista dal percorso-giochi all’interno Chiesa di San Faustino. A tutte le squadre è stato consegnando un poster da completare durante tutto l’anno e ad ognuno dei partecipanti un segnalibro personale con l’impegno di: “Saluto e stringo la mano ai miei compagni di squadra e agli avversari”, “Ogni giorno faccio qualche tratto di strada a piedi ed ammiro il creato”, “Prego il Signore anche per chi non mi è simpatico”, “Perdono anche chi mi è simpatico”, “Saluto e rispetto chiunque incontro”, “Aiuto gli amici ed anche chi non mi è simpatico”. Durante i giochi i gruppi hanno ricevuto anche dei pezzetti di quattro puzzle che rappresentavano l’immagine della prima cosa importante nello sport “Essere una squadra”. La festa si è conclusa con tutti i partecipanti accolti nel nuovo campo sportivo sintetico dell’oratorio; nella cerimonia d’inaugurazione ufficiale dei Tornei Polisportivi ha sfilato la bandiera del CSI e della Pace e sono stati letti gli impegni dei capitani e dei dirigenti. Prima dell’arrivederci sui campi di calcio e pallavolo per i primi incontri sportivi il G.S. Darfo e la Ferrero hanno offerto una prelibata merenda. Un grazie anche ai volontari di Camunia Soccorso che hanno garantito l’assistenza sanitaria durante la manifestazione.