Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Pallavolo acciaccata ma con la voglia di risollevarsi

Pallavolo acciaccata ma con la voglia di risollevarsi

Alla nazionale femminile non è andata bene ma i dirigenti/allenatori di pallavolo del CSI Vallecamonica sono andati benissimo nella serata che ha visto svolgersi in contemporanea la semifinale mondiale e l’incontro di presentazione della stagione 2022/2023. Più di sessanta gli allenatori collegati per scoprire novità e conferme della nuova stagione sportiva. E il CSI li ha ringraziati per il loro impegno. Perché non sono stati due anni facili per la pallavolo, penalizzata dalla pandemia più di altri sport. Un lungo periodo di limitazioni che sicuramente ha condizionato la partecipazione ai tornei. E il futuro non promette, almeno a breve, cose buone per il volley. Ci sono difficoltà legate all’energia che pesano sull’utilizzo delle palestre, diversi comuni terranno spento il riscaldamento e di conseguenza non si potrà giocare. La forza di volontà e la passione dei dirigenti/allenatori hanno comunque permesso di allestire sei campionati con quarantatre formazioni iscritte. Nel corso della serata sono state presentate le novità della stagione che riguardano essenzialmente la categoria Ragazze/i e il ritorno della pallavolo maschile con il torneo 4vs4. Per il resto sono state ricordate le norme del tesseramento, l’assicurazione, la partecipazione dei tesserati, la tutela sanitaria, lo svincolo ed altri argomenti legati all’attività sportiva. Spazio anche alla solidarietà con la presentazione del progetto “CSI per il Mondo” che coinvolge le società in un’adozione sportiva a distanza per sostenere i ragazzi del Centro Sportivo Giovanile di Kindu nella Repubblica Democratica del Congo. Anche con l’acquisto di panettoni e pandori griffati CSI per il Mondo. All’incontro è intervenuto anche don Andrea, Assistente ecclesiastico del CSI Vallecamonica, che ha ringraziato allenatori e dirigenti. “Possiamo ottenere delle cose buone ma dobbiamo sempre ricordarci di ringraziare. È importante anche pensare agli altri facendo gioco di squadra e cercando di vedere se hanno bisogno di qualcosa”. Nella pallavolo sono tante le difficoltà che ci hanno costretto a fermarci per poi ripartire ma non dobbiamo nasconderle, dobbiamo affrontarle insieme. Nel confronto con i partecipanti sono emerse le difficoltà della Commissione Tecnica; c’è bisogno di una mano nella gestione dell’attività sportiva quindi l’appello alle società per trovare persone disponibili a collaborare. Stesso discorso vale per gli arbitri; il gruppo è ristretto ed è necessario rimpolparlo con nuove entrate. Alcuni chiarimenti su argomenti tecnici e la proposta di presentare una sola copia delle distinte di gara, proposta che sarà valutata dal Consiglio di Comitato. Videoconferenza terminata dopo un’ora e mezza con la soddisfazione per la partecipazione e l’amarezza per la sconfitta dell’Italia. A tutti buon campionato.

Tags: